SIGMASOPHY

BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DELLA SIGMASOFIA


PARAPSICOLOGIA OLISTICO_AUTOPOIETICA

presentazione
Sezione: Parapsicologia » Articoli
Data: 09/01/2013
Questo articolo č stato letto 721 volte
Autore: Nello Mangiameli
Argomenti correlati: -
Scegli la lingua
 
:: Versione Stampabile ::
 

PARAPSICOLOGIA AUTOPOIETICA


 
 
Migliaia e migliaia di Io-psyché, di persone normalissime, da sempre, testimoniano di avere sperimentato, almeno una volta nella vita, direttamente, esperienze di tipo insolito, anomalo, mistico, parapsicologico.
Tali testimonianze, per la Sigmasofia, reclamano spiegazioni più attente ed estese rispetto a quelle che di solito vengono offerte, ufficialmente, sia dal mondo scientifico che da quello filosofico-coscienziale.
Tutte queste testimonianze potrebbero benissimo essere contenute nel termine parapsicologia olistico-autopoietica.
Etimologicamente, parapsicologia proviene da para che significa, accanto, presso, e da psicologia che, a sua volta, si suddivide in psiche, che significa fiato, alito, respiro, in una sola parola anima, e logia, da logos che significa discorso su, letteralmente discorso sull’anima.
Per estensione, si può intendere la psicologia come la dottrina, la scienza dell’anima (il termine fu utilizzato per la prima volta dal filosofo Wolff per designare lo studio dell’intelligenza senza prendere in esame gli organi da cui sembra, ma non è così, nascere). La parapsicologia è quindi la disciplina che è accanto, presso, ciò che normalmente studia la scienza dell’anima, della psiche. In particolare, si riferisce ai fenomeni fisici e psichici che non sono spiegabili con le conoscenze scientifiche tradizionali applicate all’anima, alla psiche e al fisico che la veicola.
Considerate le migliaia e migliaia di testimonianze (basti consultare gli archivi Fortiani) potremmo chiederci se, veramente, le esperienze parapsicologiche non rientrino nei processi fisici e psichici cosiddetti normali.
La pratica continua e prolungata per anni delle tecno-ontos-sophos-logie sigmasofiche ci ha fatto sperimentare, direttamente e inequivocabilmente, tra le altre cose, alcune di queste esperienze anomale! Tali ipersensibilità o facoltà autopoietiche nascono, spontaneamente, dopo un durissimo lavoro di potenziamento dell’Io acquisito, e di indagine vissuta dell’Io su se stesso, in particolar modo, sui principi attivi autopoietici, innati, da cui è costituito. Si può affermare che i fenomeni parapsicologici vanno raggiunti, sono un potenziale che opera in nuclei profondi della coscienza e raggiungibili, attraverso uno specifico training, da chiunque. La risposta alla domanda formulata è, quindi, affermativa.
I potenziali che permettono lo sviluppo delle ipersensibilità e dei cosiddetti fenomeni parapsicologici risiedono nelle estensioni della coscienza e pertanto possono benissimo essere considerati normali, per quei luoghi inconsci. L’Io-psyché, i suoi sensi, la sua percezione, normalmente non possono trarne informazione ma, se adeguatamente potenziati e formati, potrebbero senza alcun dubbio farlo. Per questo motivo, stiamo costituendo uno specifico settore di ricerca nel nostro Centro studi e ricerche, denominato:
parapsicologia olistico-autopoietica,
in cui i ricercatori in formazione, nel caso di un reale raggiungimento di tali facoltà autopoietiche, possono avere la possibilità attraverso test di controllo, di verificare direttamente se si trovano di fronte ad un fatto reale o ad un fenomeno proiettivo.
Nei nostri studi sperimentali, abbiamo già potuto osservare cosa deve precisamente e specificamente raggiungere, attraverso l’esperienza diretta, un Io acquisito per vivere tali ipersensibilità. Nel mio articolo a che punto è il giorno, potrete trovare la descrizione dettagliata di questi raggiungimenti. Ho preso atto, con soddisfazione, che anche specifici settori della ricerca scientifica classica hanno sperimentato l’esistenza di un
 
“segnale”,
(lo chiamano così), che sembra confermare l’esistenza, inequivocabile, di fenomeni anomali, ed è per questo che, insieme a “A che punto è il giorno troverete l’articolo dal titolo Scienza e paranormale: A che punto è la notte? del prof. Mario Bruschi (fisico) dell’Università La Sapienza di Roma, in cui si descrive come si è giunti a produrre detto “segnale”, e gli studi attualmente in corso.
Per me, quanto sta iniziando a realizzarsi, è significativo. La Scienza indicando i protocolli e la prassi sperimentale per misurare fenomeni anomali, da una parte, e il ricercatore sulla coscienza, indicando le modalità operative per produrli, stanno iniziando a dare vita ad un matrimonio che, nel prossimo futuro, è nostra opinione,
rivoluzionerà la ricerca sui significati-significanti dei principi attivi autopoietici, non locali che sostengono il fluire della vita-autopoiesi e del suo contenuto lo stato coscienziale punto morte.
[1] Vedi anche: Parapsicologia, Richard S. Broughton, Sperling e Kupfer Editori;
Pagine:
INSERISCI COMMENTO
la ringraziamo se vorrą inviarci il suo giudizio utilizzando il form sottostante
Nome e Cognome:
Inserisca qui la sua E-mail:

Inserisca il codice numerico di cinque cifre visualizzato nell'immagine:

Sezioni disponibili:
[Antropologia/Etnologia] [Archeologia] [Arte] [Biologia] [Elettronica ed Informatica] [Essere umano ed eco-societa' olistico-autopoietica] [Esseri umani consapevoli] [Filosofia] [Fisica e Astrofisica] [Gioco, risata e sport] [Interviste e dialoghi] [Istruzione] [Media] [Medicina allopatica, omeopatice e naturale] [Natura ed ecologia] [Nello Mangiameli Opere] [Parapsicologia] [Politica ed Economia] [Psicologia Io-ontos-sophos-logia] [Religioni e spiritualita' Tradizioni ed esoterismo] [Sigmasofia artistica] [Sigmasofia autopoietica] [Sigmasofia autorig] [Sigmasofia bioetica] [Sigmasofia diz. Encic] [Sigmasofia Ecologica] [Sigmasofia Io-somatica] [Sigmasofia pedagogica] [Simbolismo] [Storia e Sociologia] [Suono, Danza, Musica e Canto] [Viaggi della conoscenza] [ » Ricerca articoli «]

I ricercatori che decideranno di utilizzare materiale Sigmasofia per pubblicarlo su altri siti web sono tenuti a citarne la fonte di provenienza nel seguente modo:

FONTE
"Associazione Sigmasofia®"
Nello Mangiameli-
www.sigmasophy.com