SIGMASOPHY

BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DELLA SIGMASOFIA


EVOLUZIONE E ALTRO

Sezione: Interviste e dialoghi » Articoli
Data: 04/02/2013
Questo articolo č stato letto 1791 volte
Autore: Nello Mangiameli
Argomenti correlati: -
Scegli la lingua
 
:: Versione Stampabile ::
 

 

EVOLUZIONE
 
Riccardo Calantropio
Alla base del mio sistema filosofico c'è l'evoluzione. Ovvero, qualcosa di non più opinabile (lascio libero di farlo agli altri). L'umanità è passata dalla mitologia (anche gli sciamani dell'Homo di Neanderthal di 200.000 anni fa avevano una loro mitologia), alle grandi religioni, all'illuminismo, alle ultime ideologie. Tutto questo ha generato nei millenni conflitti e guerre di religioni. Purtroppo, LA FEDE in qualcosa, anche nelle ideologie, che avrebbe dovuto unire, ha più spesso DIVISO e il risultato è oggi sotto gli occhi di tutti. Presa coscienza di questo, il mio sistema filosofico tende a superare tutte le religioni, tutti i culti esoterici, la metafisica, il riduzionismo, il relativismo, l'olismo e tutte le altre ideologie, CHE IMMANCABILMENTE SARANNO SEMPRE SPUNTI DI DIVISIONI E CONFLITTI.
 
Nello Mangiameli
In base ai vissuti millenari, inerenti gli stati differenti e integrali di coscienza (Samadhi, Nirvana,  stato Buddhico soltanto per indicarne alcuni inerenti la tradizione), nonché,  in base agli studi e alle ricerche d’avanguardia realizzati dalla Sigmasofia e da altri centri di ricerca, innovativi, attuali,  è possibile affermare che,
l’evoluzione è un processo (inerente il solo spazio-tempo), interpretato riduzionisticamente dalla parte-Universi (Io-psichè dell’essere umano) che soltanto in tal modo ha saputo farlo.
Tale processo localistico è, pur sempre, emanazione dell’Universi-parte, transfinito che lo genera.
Evoluzione è l’incompleta interpretazione in base alla quale si vive soltanto l’identificazione nello spazio-tempo, direzione passato-presente futuro o  futuro-presente-passato, che non ha contezza, esperienza diretta, del continuo presente (o tempo olistico-autopoietico), da cui ogni spazio-tempo,  si evidenzia. Se così non fosse,  non si parlerebbe di successioni di eventi e quindi di evoluzione,  ma di percezione simultanea del continuo presente (che include ogni spazio-tempo).
Alla base della concezione olistico-autopoietica (non riferibile a Bohm e Margenau), c’è il continuo presente (o tempo autopoietico) che include in se ogni spazio-tempo e quindi ogni successione, evoluzione.
E’ tecnicamente possibile considerare l’evoluzione una variazione-contrasto necessaria e da attraversare, per prendere coscienza della funzionalità unitaria, olistica, dell’Universi-parte che siamo.
Anche prendendo in considerazione aspetti non opinabili di tale evoluzione, questi, in ogni caso, sarebbero  sempre funzionali e propedeutici alla presa di consapevolezza della coscienza olistico-autopoietica da cui tali variazioni-contrasto si evidenziano.
E’ l’Io-psichè non adeguatamente formato a se stesso che creando grandi religioni, illuminismi, ideologie, mitologie (quindi stati identificativi, intellettuali, diversi per ognuno) si è identificato e fissato su di esse , non potendo generare altro che conflitto, guerre….  Per tale motivo è  possibile affermare che, vivendo il tutto è atomicamente e coscienzialmente legato che è l’Universi-parte, ogni parte-Universi, generante religioni, filosofie, ideologie… è, comunque, evidenza di funzionalità olistico-autopoietiche da cui tali stati identificativi, fideistici,si evidenziano. Ciò che divide, separa è, nei fatti, la mancanza di formazione dell’Io a se stesso, alla coscienza della cellula e alla coscienza dell’atomo (direttamente vissuti) e, soprattutto, alla coscienza delle proprie estensioni non locali, che simultaneamente, co-creano e da cui ogni parte-Universi nasce .
La visione di Vie di conoscenza oltre la tradizione, oltre la spiritualità, oltre la scienza, è stata elaborata molti anni fa da Massimo Scaligero (vedi , M. Scaligero,  Trattato del pensiero vivente edizioni Tilopa), in cui si evidenzia tale superamento e che le attuali avanguardie conoscitive che giornalmente sperimentiamo, confermano.  
In base alla nostra esperienza, è incompleto seguire l’evoluzione non opinabile, per specifici e sperimentati motivi.
 
 
Riccardo Calantropio
Dalla biologia apprendiamo che nell'umanità, l'unica divisione (che si sta anche evolvendo) è data dall'egoismo e dall'altruismo; e già geneticamente alcuni uomini nascono più egoisti ed altri più altruisti. Gli australopitechi erano ominidi individuali che nelle generazioni successive compresero che era meglio cooperare. Questo processo di integrazione e di collaborazione (a livello di evoluzione genetica) non si è ancora concluso ed è tutt'ora in atto. Sta alle persone più altruiste (che possiamo anche chiamare CREATIVI CULTURALI) fare in modo di accelerare questo processo evolutivo, prima del punto di non ritorno con la distruzione del pianeta terra e di tutta l'umanità (e in questo sono perfettamente in LINEA con il progetto che fa capo al CENSIMENTO del 2012, che ha sottoscritto anche il Dalai Lama; e che dovrebbe essere la stella polare di tutta lumanità).
Nello Mangiameli
Dal continuo presente, dallo stato olistico-autopoietico di coscienza, pre-manifestazione degli opposti-complementari, pre-manifestazione della dualità, della dicotomia, si evidenzia, inequivocabilmente, che ogni opposto-complementare, quindi, anche l’egoismo e l’altruismo, sono generati dall’Io-psichè e dalle sue estensioni non locali (campo coscienziale olistico-autopoietico da cui Io-psicè si evidenzia).
Sì,  tale Io-psichè identificato in altruismi e in egoismi coinvolge i geni,  infatti, questi vengono attivati per evidenziare tali stati dicotomici. Quello che non si vede è che l’Io-psichè che attiva quel gene si evidenzia da altre funzionalità sovrasensibili e non locali, appunto pre-scissione, in opposti-complementari.
L’Io-psiche dopo aver preso coscienza (da dentro) di tale attività genica, può proseguire prendendo coscienza di quella atomica e, successivamente, di quella quantistica,  per, poi, finire alla consapevolizzazione del campo coscienziale olistico che da lì si dischiude, vive che  la formazione  a se stesso, l’Universi-parte transfinito, necessariamente  prosegue.
Sta ai ricercatori che hanno
saputo porre in remissione ogni opposto-complementare come l’altruismo-egoismo, come l’amore-odio e altri,
a divulgare tale processo auto formativo. Non si tratta di punti di non ritorno, infatti , il campo coscienziale olistico-autopoietico  evidenziandosi come Io-psichè nel sensibile,  produce opposti-complementari,  esattamente come un mare produce onde. Ebbene. Se l’onda viene posta in remissione,  il mare continua a generare a creare!  Tale vissuto ha posto in remissione ogni visione coscienziale entropica
Non c’è alcuna distruzione del pianeta Terra!
Il principio attivo omeostatico messo in atto dall’Universi-parte, resterebbe continuamente in azione, e potrebbe riprodurre, a piacimento, la parte, l’onda. Ovviamente, ciò non significa che procedendo verso la formazione pre-dualità non si assuma la remissione dell’autoaggressione: semplicemente non si produce l’intenzionalità ad incendiare un bosco, a inquinare, a distruggere e similia.
La Sigmasofia segnala come incomplete le visioni millenariste, che nascondono semplicemente la volontà di non formarsi, attraverso il vissuto diretto, a se stessi, l’Universi-parte.
La loro thanatos-fobia e la loro paura del dolore,  evidenzia, esplicitamente, che non hanno indagato adeguatamente lo stato coscienziale punto morte prodotto dall’Universi-parte (la creazione e la remissione delle parti-Universi) e vivono la morte della parte Universi , che riconoscendosi soltanto come parte,  sembra non rendersi conto  che è una semplice fluttuazione dell’Universi olistico-autopoietico che siamo.
Pagine:
INSERISCI COMMENTO
la ringraziamo se vorrą inviarci il suo giudizio utilizzando il form sottostante
Nome e Cognome:
Inserisca qui la sua E-mail:

Inserisca il codice numerico di cinque cifre visualizzato nell'immagine:

Sezioni disponibili:
[Antropologia/Etnologia] [Archeologia] [Arte] [Biologia] [Elettronica ed Informatica] [Essere umano ed eco-societa' olistico-autopoietica] [Esseri umani consapevoli] [Filosofia] [Fisica e Astrofisica] [Gioco, risata e sport] [Interviste e dialoghi] [Istruzione] [Media] [Medicina allopatica, omeopatice e naturale] [Natura ed ecologia] [Nello Mangiameli Opere] [Parapsicologia] [Politica ed Economia] [Psicologia Io-ontos-sophos-logia] [Religioni e spiritualita' Tradizioni ed esoterismo] [Sigmasofia artistica] [Sigmasofia autopoietica] [Sigmasofia autorig] [Sigmasofia bioetica] [Sigmasofia diz. Encic] [Sigmasofia Ecologica] [Sigmasofia Io-somatica] [Sigmasofia pedagogica] [Simbolismo] [Storia e Sociologia] [Suono, Danza, Musica e Canto] [Viaggi della conoscenza] [ » Ricerca articoli «]

I ricercatori che decideranno di utilizzare materiale Sigmasofia per pubblicarlo su altri siti web sono tenuti a citarne la fonte di provenienza nel seguente modo:

FONTE
"Associazione Sigmasofia®"
Nello Mangiameli-
www.sigmasophy.com