SIGMASOPHY

BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DELLA SIGMASOFIA


IL TEMPO AUTOPOIETICO DELL'OIKOS

Sezione: Sigmasofia autopoietica » Articoli
Data: 10/01/2013
Questo articolo è stato letto 2002 volte
Autore: Nello Mangiameli
Argomenti correlati: -
Scegli la lingua
 
:: Versione Stampabile ::
 

 

 
 
 
Essendo espressione dell'Universi-parte ed essendo ogni parte differente per ognuno, l’Oikos potrà assumere diverse morfologie e identità. Dal tempo autopoietico, in cui opera, può generare qualunque spazio-tempo, qualunque manifestazionesensibile. Tali differenziazioni, nascenti da una stessa scaturigine, sono il
messaggio autopoietico,
la
funzione Ypsi
in azione.
 
 
Ci sono potenzialmente tanti Oikos, quante sono le parti-Universi esistenti e, nello stesso tempo, l’Oikos è uno, è Universi-parte.
E’ la casa degli Universi-parte che può includere qualunque Io acquisito, per cui le diversità della funzione Ypsi, delle varie identità sono espressione dell’unità: principio attivo fondamentale, appartenente ad ogni Oikos, tanto che viene individuato come la casa locale e non locale, transfinita, degli Universi-parte, di se stessi.
E’ questa la sua autopoiesi, che determinerà, in modo evidente, che ogni parte-Universi è perfettamente compatibile con ogni altra, in quanto sono tutte emanazione dell’unico corpo:
l’integrazione, l’autonomia fusionale autopoietica all’opera,
lo spazio sensorio-percettivo, attraverso cui l’essere umano e la società autopoietici potranno deliberare le loro intenzionalità.
Lungo il perimetro esterno dell’Oikos, si può osservare l’espressione artistica, d’avanguardia scientifica e coscienziale, autopoietica di ogni Scienza dell’autocoscienza e autocoscienza della Scienza, intese nell’accezione più ampia, degli Universi-parte conosciuta, sperimentata. Saranno evidenziati i testi e le tecno-ontos-sophos-logie d’avanguardia, utilizzati da ogni parte-Universi: la
Σigma-sfera della Scienza dell’autocoscienza e
dell’autocoscienza della Scienza.
Così come trova evidenza l’espressione sensorio-percettiva, di riduzione-collasso ostacolante, discrasia deteriorabile, prodotta dagli stati identificativi e parossistici, espressi dalle parti-Universi, tale Σigma è denominato la
Σigmasfera dell’identificazione entropica.
L’Oikos degli Universi-parte, se stessi, è una costruzione ipogea che si apre olosdirezionalmente, è un’opera autopoietica che evidenzia
bellezza e semplicità,
realizzata interamente a funzione Ypsi-mano.
Le parti-Universi si dischiudono una dopo l’altra, dall’ipogeo verso l’olosdirezionalità, creando risonanze e simmetrie con l’Io-soma-autopoiesi di ognuna, appunto perché evidenziano principi attivi autopoietici che sono già parte integrante e inscindibile di ogni Io acquisito. Infatti, l’Oikos parla ad ogni parte-Universi.Viverlo, significa vivere se stessi: è la riproduzione di funzionalità innate, ecosistemiche di ognuno, attraverso cui il genoma umano e quello coscienziale fungeranno da olosdirezionalità di riferimento, una formazione a se stessi né laica, né religiosa, bensì autopoietica, in quanto l’Oikos trascende quelle peculiarità identificative.
Il nome Oikos autopoietico celebra l’autopoiesi degli Universi, in tutte le sue possibili manifestazioni: è l’attivazione della Sigmasofia pedagogica-psicagogica rivolta a se stessi.
I principi attivi autopoietici presentati sono ecologici, cioè includono ogni manifestazione della natura riconoscibile dal sensorio-percettivo in tutto gli Universi-parte, a partire dagli elementi maggiormente e semplicemente riconoscibili quali l’acqua, la terra, il fuoco, l’aria a finire con gli elementi sovrasensibili, da cui tali elementi si evidenziano:
il campo nucleare, elettromagnetico, elettrodebole, gravitazionale, nonché morfo-genetico e coscienziale, il campo MAC o inconscio autopoietico.
Attraversando la cupola e le pareti realizzate in vetro Tiffany, la vita-autopoiesi dell’Oikos proviene dall’olosdirezionalità. Non prevalgono sfumature dominanti, ma i colori dello spettro visibile e le combinazioni peculiari che indicano il transfinito spettro sovrasensibile. Si ha la sensazione che tali spettri si diffondano in ogni parte della struttura tridimensionale degli Universi-parte. Rappresentazioni di meccaniche quantistiche, sub-quantistiche e autopoietiche esterne ed interiori sono osservabili dal
Σigma della non località.
Ogni parete in muratura e in vetro evidenzia possibili passaggi autoformativi vissuti, in cui trova specifica espressione il mondo del sonno-sogno e del sonno senza sogno; la musica autopoietica emessa in maniera olosforme può innescare simmetrie con geni coscienziali che formano l’Io acquisito.
L’Oikos include ed evidenzia
l’androginia autopoietica degli Universi-parte,
il superamento del maschile e del femminile in favore del sigma inscindibile, dell’androginia di ogni parte-Universi e degli Universi-parte: nelle morfologie autopoietiche che esprime, include ilrecipiente e il prominente come unica funzionalità. Diffusioni olosdirezionali di luce viola indicano il colore di confine da quello visibile all’ultravioletto (non vidsibile): è l’atmosfera della reintegrazione consapevole tra sensibile e sovrasensibile, tra locale e non locale, tra finito e transfinito. Le pareti evidenziano i geni coscienziali, un campo transfinito da cui estrapolare insights intuitivi e sincronici, memorie di ogni spazio-tempo. La simultaneità tra acquisito e autopoietico, sia nel sensibile che nel sovrasensibile, indica la
linea del destino olosdirezionale
dell’Universi-parte,
evidenziandone la funzionalità all’unisono di se stessi: la vita-autopoiesi, sempre in ontos, in sophos, in logos e in Kraino.
L’Oikos è utilizzato come amplificatore della formazione a se stessi. E’ il transfinito in azione, rappresentato dai
pavimenti-soffitti ad ottagono, in ferro e vetro,
che suddividono in Sigma la struttura complessiva.
L’Oikos è
panspermia e autoconcepimento autopoietico,
 
è transfinitamente autofecondantesi, è danza di micro particelle in transfinite sfumature e morfologie geometrico-frattali, esprimendo l’ordine implicito. I dipinti raccontano, inoltre, la storia degli Universi-parte e dello stato della sua funzione Ypsi complessiva, della storia, di cui è autoconsapevole. La simmetria tra i principi attivi autopoietici di autodeterminazione-realizzazione, di autoguarigione-rigenerazione, omeostatici, di conoscenza sono indicatori dell’
intenzionalità-determinismo autopoietici
La pratica delle autopoiesi olosgrafiche locali e non locali fa parte degli strumenti necessari a riconoscere le morfologie visibili e non visibili rappresentate.
Indicazioni sui vissuti integrali Io-somato-autopoietici, atti a superare gli ostacolatori-discrasie, per vivere il campo istintivo emozionale e aggredior, per estendere l’autoconsapevolezza dell’Io acquisito alle sue funzionalità sovrasensibili, per penetrare lo spazio-tempo, in cui ci riconosciamo, rappresentano il
viaggio verso A-thanatos,
lo
stato coscienziale punto-morte,
parte integrante della vita-autopoiesi: è lo stato Io-somato-autopoietico, integralmente rappresentato dal
Σigma del Mausoleo autopoietico sigmasofico,
 la cui porta d’ingresso è posizionata a levante, a dimostrare come lo stato coscienziale punto morte sia un contenuto, un incluso esprimibile dalla vita-autopoiesi. Il Σigma del Mausoleo autopoietico sigmasofico è, a sua volta, l’ingresso
dell’Oikos del transfinito,
che verrà edificato, soltanto dopo il manifestarsi di tre sincronicità di eventi che potranno verificarsi dopo la reale costruzione dell’Oikos autopoietico Σophy.
Tale conoscenza vissuta, che ci indica la necessità della
risalita-transmutazione di ogni enantiodromia,
di ogni opposto-complementare
è il raggiungimento della
bioetica autopoietica pre-manifestazione degli opposti complementari:
una volta vissuta, può ricadere nell’azione bioetica quotidiana, la nascita dei processi di autopoiesi continua.
Il Σigma della non località,
dell’entanglement coscienziale autopoeitico
è pulsazione dell’Oikos,
è il luogo dell’
effetto Sigma,
è la composizione del mosaico formato dalle parti-Universi.
L’intelligent design autopoietico degli Universi-parte, che danza e riconosce se stesso,
è rappresentato attraverso dalle strutture della conoscenza, anche di
parti-Universi non specificamente terrestri.
L’Oikos è complemento di se stesso.
E’ formato da processi auto realizzanti, anche se include quelli sensibili, localistici, di passaggio:
azioni propedeutiche all’entrata nei
significati-significanti autopoietici e acquisiti dell’esistenza.
 

 

Pagine:
ELENCO COMMENTI
Nome utenteJoon
NoteA beautiful purse or handbag from Coach Outlet Online can last for many years, and represent a great overall value. There are Michael Kors Bags Outlet in a large number of shopping malls located throughout the country. Cheap Michael Kors Bags is a great way to determine which models best suit your needs. Official Coach Factory Outlet Online all strive to provide comfort and convenience for their owners and the seams are double-stitched for maximum durability. Michael Kors Factory Store, has one of the most popular handbag and accessory lines on the market today. Coach Handbags Wholesale says a lady is classy, elegant and sophisticated. Coach Store Near Me trends come and go, but a Coach stands the test of time. The official Michael Kors Handbags On Sale Outlet regularly posts various handbags being offered for sale. Compare your Coach Bags On Sale Outlet to the logo provided on the website to make sure it is similar. All Michael Kors Outlet Online Store have serial numbers.

Nome utentemichael kors sale
NoteOver the years there have been many different Michael Kors Outlet Store launched with some being more successful than others. Even the Michael Kors Outlet that did not reach the dizzying heights of success as some of Michael Kors's best sellers were still very, very well made leather handbags. One such Michael Kors Outlet Store Online that became a fashion icon was the Michael Kors Wristlet Sale.
If you want to get more information,click here!

INSERISCI COMMENTO
la ringraziamo se vorrà inviarci il suo giudizio utilizzando il form sottostante
Nome e Cognome:
Inserisca qui la sua E-mail:

Inserisca il codice numerico di cinque cifre visualizzato nell'immagine:
Articoli della serie "OIKOS AUTOPOIETICO SOPHY"
| LORENZO MILANI | ABBOTT EDWIN | ALBERT EINSTEIN | AMADOU HAMPÃTE BA | ANASSAGORA | ARISTOFANE | AVERROÈ | BRUNO GIORDANO | DANTE ALIGHIERI | DON LORENZO MILANI | EN HEDU'ANNA | EPICURO | ERACLITO | FIBONACCI LEONARDO | GAUTAMA BUDDHA | IL NOME SOPHY | IL TEMPO AUTOPOIETICO DELL'OIKOS | ISAAC ASIMOV | L' OIKOS AUTOPOIETICO SOPHY | LA STORIA DELL'OIKOS AUTOPOIETICO | LEONARDO FIBONACCI | L'OIKOS AUTOPOIETICO | LUDOVICO ARIOSTO | PREFAZIONE OIKOS | PRESENTAZIONE OIKOS |

Sezioni disponibili:
[Antropologia/Etnologia] [Archeologia] [Arte] [Biologia] [Elettronica ed Informatica] [Essere umano ed eco-societa' olistico-autopoietica] [Esseri umani consapevoli] [Filosofia] [Fisica e Astrofisica] [Gioco, risata e sport] [Interviste e dialoghi] [Istruzione] [Media] [Medicina allopatica, omeopatice e naturale] [Natura ed ecologia] [Nello Mangiameli Opere] [Parapsicologia] [Politica ed Economia] [Psicologia Io-ontos-sophos-logia] [Religioni e spiritualita' Tradizioni ed esoterismo] [Sigmasofia artistica] [Sigmasofia autopoietica] [Sigmasofia autorig] [Sigmasofia bioetica] [Sigmasofia diz. Encic] [Sigmasofia Ecologica] [Sigmasofia Io-somatica] [Sigmasofia pedagogica] [Simbolismo] [Storia e Sociologia] [Suono, Danza, Musica e Canto] [Viaggi della conoscenza] [ » Ricerca articoli «]

I ricercatori che decideranno di utilizzare materiale Sigmasofia per pubblicarlo su altri siti web sono tenuti a citarne la fonte di provenienza nel seguente modo:

FONTE
"Associazione Sigmasofia®"
Nello Mangiameli-
www.sigmasophy.com