S.T.o.E.

Sigmasophy Theory oEverything®

di

Nello MANGIAMELI

  A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z  
 
ABBANDONARE (Voce D.E.)
ABBASSARE (voce D.E.)
ABERRAZIONE (voce D.E.)
ABILITA' (voce D.E.)
ABISSO (voce D.E.)
ABITUDINE (voce D.E.)
ABLAZIONE (Voce D.E.)
ABLUZIONE (Voce D.E.)
ABNEGAZIONE (Voce D.E.)
ABORTO SIGMASOFICO (Voce D.E.)
ABREAZIONE (D.E.)
ABULIA (D.E.)
ACACIA (D.E.)
ACCELERAZIONE (Voce D.E.)
ACCETTAZIONE (D. E.)
ADAMO ED EVA (D.E.)
ADATTAMENTO (D.E.)
A-DIMENSIONALITA' (D.E.)
ADOLESCENZA (D.E.)
ADULTISMO (D.E.)

Pagine:
AB-AD  [AF-AL] [AL-AM] [Am-AN] [AN-AP] [AP-AR] [AR-AT] [At-AU] [Au-Au] [Au-Az] [Az-li] 


Tatale Visite : 25041315
 

Visione autopoietica o visione Sigma.

Emerge, dopo aver raggiunto la condizione di perfetta lucidità, di vigilanza e di autoconsapevolezza delle percezioni sensoriali, naturali. Accade che, a tale stato di consapevolezza, dopo una lunga forgiatura e potenziamento dell’Io acquisito, possano sovrapporsi altre immagini tridimensionali, trasparenti, dinamiche, che possono manifestarsi come singole o intere sequenze, fino a formare storie definite. Si tratta di una doppia percezione, quella sensoriale normale e quella sovrapposta, ipersensibile. Denomino tale formidabile facoltà dell’archetipo funzione Ypsi, visione autopoietica, che va ad unirsi a quella naturale. Per approfondimenti (V.) anche capitolo secondo, paragrafo Visione e cronov autopoietiche, pag. 642.

 
 
Questa voce è stata consultata 40563 volte