S.T.o.E.

Sigmasophy Theory oEverything®

di

Nello MANGIAMELI

  A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z  
 
Identità autopoietica (Voce glossario)
Imitazione autopoietica (Voce glossario)
Immagini autopoietiche (Voce glossario)
Immagogia sigmasofica (Voce glossario)
Impermanenza autopoietica (Voce glossario)
Impulsi autopoietici (Voce glossario)
Inconscio acquisito collettivo (Voce glossario).
Inconscio acquisito individuale (Voce glossario)
Inconscio autopoietico o campo morfo-atomico-coscienziale.
Indifferenziazione autopoietica (Voce glossario)
Infallibilità autopoietica (Voce glossario)
Ingredienti autopoietici. (Voce glossario)
Insight intuitivo (Voce glossario)
Intelligenza autopoietica (Voce glossario)
Intenzionalità autopoietica (Voce glossario)
Interveniente autopoietico.
Io-cinesi autopoietica.
Io-ontos-sophos-logia sigmasofica (Voce glossario)
Ioplastie (Voce glossario)
Io-somatico-a (voce glossario)

Pagine:
Id-Io  [Io-Is] 


Tatale Visite : 25962930
 

Insight intuitivo (Voce glossario)

Il termine intuire deriva dal latino intueri: in significa in, dentro, e tueri, tuitus significa guardare, quindi guardare dentro. L’ente che ha la facoltà di poter guardare dentro è l’autocoscienza acquisita. Per farlo, utilizza le proprie facoltà. In generale, l’intuito potrebbe essere definito come l’azione Io-somato-autopoietica necessaria a percepire l’essenza di processi dell’inconscio autopoietico e acquisito (collettivo e personale), in particolare i contenuti definiti come memoria, di cui non si è consapevoli, consci. Si tratta, quindi, dell’Io acquisito che percepisce direttamente ed inequivocabilmente un contenuto del proprio inconscio acquisito e autopoietico, componente della fisiologia archetipica che lo forma e delle sue interconnessioni con il tutto è atomicamente e coscienzialmente legato. Una percezione di questo tipo avviene in uno stato di fusionalità con l’ente osservato, senza la mediazione dei riferimenti logico-razionali, intellettuali. In particolare, l’intuito si riconosce a causa della presenza di uno stato coscienziale non identificato nello spazio-tempo convenzionale, ma attivo nel continuo presente, nel tempo autopoietico, in cui è possibile rilevare processi collocati nel cosiddetto passato e futuro. Per approfondimenti, (V.) anche capitolo terzo, paragrafo Intuitive e syncronycity insight, pag. 744.

 
 
Questa voce è stata consultata 45216 volte