I LOVE DOGS

Sofia e Sigma sono dei cani dolcissimi. Il simbiotico rapporto che hanno con Alessandro FERRARA, la loro esuberanza e spontaneità che determinano meravigliose improvvisazioni fanno si che questo spettacolo sia sempre nuovo. Giocoleria, equilibrismo gags comiche sono il condimento fondamentale che determinerà negli spettatori esilaranti sorrisi ma, lo scopo fondamentale è promuovere il rispetto degli animali.

 

 

TIPOLOGIA: clownesco (circo-teatro) per bambini ed adulti

STRUMENTI: chitarra, palle, rollabola, monociclo e giraffa (monociclo alto 1.80 mt.),, chapeau, clave, diabolo, torce, fisarmonica.
DURATA: 40 minuti 
Note: 
• OBBLIGATORIO: Lo spazio anteriore la scena deve essere libero da persone, animali e oggetti delicati e/o facilmente incendiabili 
• NON OBBLIGATORIO: spazio scenico minimo necessario: 4mt X 4mt 
• NON OBBLIGATORIO: un camerino per il trucco 
• NON OBBLIGATORIO: è necessario arrivare al luogo di spettacolo con nostro mezzo per il carico e lo scarico 
• NON OBBLIGATORIO: e necessario che venga predisposto un parcheggio riservato alla compagnia adiacente l’area preposta allo spettacolo.
I punti succitati sono fondamentali per un ottimo esito dello spettacolo ma, qualora uno o più di questi non obbligatori (non possano essere soddisfatti è ugualmente possibile operare, purché il rappresentante sia avvisato almeno tre giorni prima per consentire alla compagnia di modificare, laddove necessario le azioni sceniche.
NUMERO ARTISTI: 1 + 2 CANI o 2 + 2 CANI

 

 

 

 

POIESIS FIRE PERCUSSION

Il fuoco, simbolo di vita e di morte, è il protagonista principale di questo spettacolo, nel quale, poeticamente, giocosamente ed acrobaticamente Alessandro FERRARA e Silvia Spanu conducono gli spettatori in un viaggio surreale.

 

 


 

TIPOLOGIA: circo-teatro-musica per bambini ed adulti

STRUMENTI
percussioni, bolas, bastoni, cerchio, torce, S staff. diabolo, spada di fuoco, fumogeni.

DURATA
30 minuti

NOTE
• OBBLIGATORIO: Lo spazio anteriore la scena deve essere libero da persone, animali e oggetti delicati e/o facilmente incendiabili 
• OBBLIGATORIO: Per le rappresentazioni con il fuoco è necessario che gli organizzatori richiedano l’autorizzazione del comando dei vigili del fuoco allegando la scheda tecnica dello spettacolo.
• NON OBBLIGATORIO: lo spazio dovrà essere piano e la pavimentazione con asfalto o terreno
• allaccio elettrico ad una distanza massima di 10 Mt. : indicando di conseguenza il carico minimo e il tipo di prese richieste, 
• NON OBBLIGATORIO: un camerino per il trucco 
• NON OBBLIGATORIO: è necessario arrivare al luogo di spettacolo con nostro mezzo per il carico e lo scarico 
• NON OBBLIGATORIO: e necessario che venga predisposto un parcheggio riservato alla compagnia adiacente l’area preposta allo spettacolo.

I punti succitati sono fondamentali per un ottimo esito dello spettacolo ma, qualora uno o più di questi non obbligatori (non possano essere soddisfatti è ugualmente possibile operare, purché il rappresentante sia avvisato almeno tre giorni prima per consentire alla compagnia di modificare, laddove necessario le azioni sceniche.


 


 

 

POIESIS

La Mousikè autopoietica è l’integrazione, come consapevolezza della manifestazione sensibile del suono-musica-canto con la fisiologia autopoietica, da cui nasce. Nella musica e danza autopoietiche il ricercatore-artista non sosta, non si ripete, utilizza lo strumento musicale per eccellenza: se stesso. …………………
La musica e il suono sono manifestazioni dell’autopoietico innato, con cui sono in continuo collegamento e possono veicolare ogni specifica potenzialità, inerente l’autopoiesi continua che può creare, risvegliare, suscitare ogni sincronicità, ogni intuito, ogni istinto-emozione, ogni sentimento individuale o collettivo.I suoni-musiche sovrasensibili, agenti nel campo morfo-atomico-coscienziale, sono una forma di sensorialità operativa del campo stesso. A questo livello, il suono-musica-danza-canto, che agiamo nel sensibile, trova risonanza e forme di armonia autopoietica, universali. Per questi motivi, il suono, la musica, la danza, il canto possono essere considerati un linguaggio universale: di fatto, e concretamente, esplicano effetti autopoietici di autorigenerazione e di autoguarigione. 

STRUMENTI: percussioni, chitarra, voce 
ARRANGIAMENTI: Alessandro Ferrara 
TESTI: Nello Mangiameli
DURATA: 60 minuti

 




ONTOS

è il percorso di vita di Espedito Petacca, un essere umano (realmente) affetto da tetraparesi spastica. Circa 16 anni fà Espedito incontra Alessandro con il quale intraprende un percorso di ricerca interiore attraverso il quale riesce a trovare la strada dell’autodeterminazione: il teatro autopoietico come forma di espressione catartica dei propri disagi esistenziali e conseguente autorealizzazione. Espedito porta in scena se stesso, le sue vicissitudini, il suo coraggio. In questo fase dell’esistenza in cui diventa sempre più complesso riuscire ad esprimersi liberamente, Espedito, ci indica una strada possibile. Il suo è un messaggio di luce che all’essenza sembra affermare:
Tutti gli Esseri Umani hanno nel proprio destino una tappa fondamentale:
"La Libertà di….e la libertà da…..", intesa come stato interiore che si concretizza su tutti i piani dell'esistenza.
"Essere liberi non significa fare quello che ci pare, vuol dire soprattutto assumere delle responsabilità verso se stessi, verso la vita e quindi verso gli altri che sono parte di noi".


 

 

Regia: Alessandro Ferrara 
Testi: Alessandro Ferrara, Nello Mangiameli, Espedito Petacca 
Attori: Espedito Petacca, Alessandro Ferrara, Silvia Spanu 
.TIPOLOGIA SPETTACOLO: teatro-circo-musica autopoietici
DURATA: 50 minuti
CAST TECNICO: tecnico luci e suoni 
SPAZIO SCENICO NECESSARIO: 4 mt per 6 mt
IMPIANTO AUDIO: 3 microfoni archetto, un microfono per chitarra classica e percussioni 
IMPIANTO LUCI: un occhio di bue e due proiettori
SCENOGRAFIA: due sedie e una scrivania