associazione sigmasofia

onlus

sigmasophy

university

 

ORGANIZZAZIONE GENERALE

 

Sigmasophy

Theory  of

Everything

 

PRESENTAZIONE

 

La Sigmasophy University, fondata e diretta da Nello Mangiameli, è l’unica scuola esistente in Italia e all’estero per

MAIEUTI E DOCENTI

in

SIGMASOFIA

Io-somato-autopoietica.

I principi attivi scientifici, filosofici, coscienziali, artistici, bioetici e d’avanguardia che la caratterizzano sono stati creati allo scopo di

formare l’Io autopoietico-acquisito dell’essere umano a se stesso:

gli Universi-parte,

quale presupposto fondamentale per creare

l’essere umano e la società autopoietici.

Il programma didattico, si basa su trent’anni di studi e di ricerche, esclusivamente pratiche e di formazione a se stessi, sulle aree

Io-somatica, Autopoietica, Pedagogica-Psicagogica, Ecologica, Artistica e Autorigenerativa

che ha trovato la sintesi teorica, nell’Opera in 18 volumi

S.T.o.E.

SIGMASOPHY THEORY OF EVERYTHING

Nello Mangiameli

Edizioni Poiesis

Tale Opera, integrata da Monografie e dispense di Sigmasofia, da video didattici, DVD e dal Dizionario Enciclopedico Sigmasofico, costituisce il materiale didattico fondamentale.

La Sigmasophy University è il progetto formativo che si prefigge di riunire ricercatori sulla coscienza interessati alla formazione vissuta di loro stessi, gli Universi-parte, agita al di fuori del linguaggio intellettuale, verbale, seguendo un iter di

destrutturazione, ricostruzione e ricaduta nell’azione bioetica quotidiana

della propria organizzazione Io-somato-autopoietica e dello

stato di autoconsapevolezza d’ingresso alla formazione.

Tutti i ricercatori potranno interagire tra loro attraverso il

Sigmasophy International Project e Network.

Una volta conseguito il diploma quale

Maieuta di Sigmasofia,

il requisito richiesto è l’iscrizione

all’Ordine Professionale Sigmasofia

in modo da poter usufruire degli stessi servizi associativi e strutturare la propria

Palestra dell’Autocoscienza

a livello regionale, nazionale e internazionale.

L’Ordine Professionale Sigmasofia si prefigge di ottenere il riconoscimento giuridico professionale e artistico dei Maieuti e dei Docenti di Sigmasofia.

La Sigmasophy University è caratterizzata dalla formazione dell’Io acquisito a se stesso, alle sue estensioni consce e inconsce, sensibili e sovrasensibili, locali e non locali, al potenziamento dell’autoconsapevolezza, dell’autodeterminazione-realizzazione,

dell’autorigenerazione-guarigione, della conoscenza.

Le scuole e i progetti formativi sono attivi dall’anno 1998. Originariamente si trattava di un progetto pratico-teorico sulla Scienza dell’autocoscienza e sull’Autocoscienza della Scienza, al fine di contribuire alla crescita e all’evoluzione delle potenzialità dell’essere umano in tutte le sue manifestazioni.

·         Scienza dell’Autocoscienza. Le ricerche scientifiche sull’autocoscienza, sulla salute, sugli stati discrasici e ostacolanti il naturale fluire ecosistemico degli Universi-parte, noi stessi, sono state realizzate utilizzando la peculiare Technè autopoietica Sigmasofica, nascente dal vissuto diretto, che ha transmutato le basi tradizionali della psicosomatica, determinando la nascita della nuova materia di studio denominata Io-ontos-sophos-logia, che mette in evidenza nuovi processi di formazione a se stessi.

·         Autocoscienza della Scienza. Dagli studi e dalle ricerche sulla Scienza dell’autocoscienza (pubblicati per la prima volta sui libri di N. Mangiameli, Y Il Libro vivente, Y L’Animazione del Pensiero e Y L’Arte Marziale Interiore Edizioni Mediterranee) sono nate le basi della Pedagogia-Psicagogia autopoietiche, nonché della Bioetica Autopoietica Sigmasofica che rinchiudono i fondamenti dell’Autocoscienza della Scienza.

Gli studi e le ricerche sulla Scienza dell’Autocoscienza e l’Autocoscienza della Scienza, che hanno dato vita ad alcuni dei principi attivi fondamentali della Sigmasophy University, sono integrati nell’opera

S.T.o.E..

 

L’orientamento autopoietico

La Sigmasophy University è una scuola di formazione globale a se stessi: gli Universi-parte, che propone la tecno-ontos-sophos-logia Io-somato-autopoietica di transmutazione coscienziale e il raggiungimento di stati di

autorigenerazione-guarigione, di autodeterminazione-realizzazione,

autorganizzativi, omeostatici, di conoscenza,

necessari a creare

l’Essere umano e la Società autopoietici.

La Sigmasophy University è una scuola aperta ad ogni libero ricercatore che ne faccia esplicita richiesta, si ispira ad un’innovativa ed implicante concezione formativa pedagogica-psicagogica dell’Io acquisito, in cui il campo istintivo-emozionale, la razionalità-ragione sono vissuti quali diretta emanazione dell’inconscio autopoietico, transfinito, della non località per il raggiungimento di una maggiore autoconsapevolezza inglobante, quella

parte di noi stessi che denominiamo l’altro,

 l’ambiente, gli Universi.

L’Autorigenerazione-guarigione Io-somato autopoietica degli stati identificativi, discrasici sono riconosciuti come parte integrante dell’ecosistema degli Universi-parte, per questo la transmutazione realizzata in se stessi sarà simultaneamente degli Universi, di cui siamo parte.

 

Tavola bioetica autopoietica

La Sigmasophy University vive che formarsi a se stessi, a livello interiore ed esterno, conscio e inconscio, locale e non locale, richieda la progressiva e vissuta assunzione del

principio attivo di responsabilità autopoietica,

 che si manifesta nei servizi offerti ai soci in formazione. Infatti, tutte le attività formative sono preventivamente illustrate, nel dettaglio, al ricercatore che intende iscriversi, evidenziando, in particolare, che ogni azione rivolta agli Universi-parte è di fatto un’azione rivolta verso se stessi. Da ciò nasce l’assunzione che ogni atto che include il cosiddetto altro da sé è un atto di autodeterminazione-realizzazione, autoguarigione-rigenerazione e di conoscenza. A questo proposito i ricercatori in formazione vivranno direttamente, empatonicamente, i contenuti evidenziati nella

Tavola bioetica autopoietica

e si impegnano a integrare, dopo il vissuto, i principi attivi autopoietici (o genoma autocoscienziale) proposti, come garanzia per tutti i soci.

I ricercatori della Sigmasophy University sono formati a potersi naturalmente integrare con quella parte di loro stessi che sono gli altri, l’ambiente, le diverse scuole formative esistenti nel mondo, sapendo che il principio attivo di

autonomia fusionale autopoietica,

vissuto durante la formazione, riconosce la diversità di ognuno come emergente dai principi attivi autopoietici, comuni, universali, che muovono nell’inconscio autopoietico, o campo MAC da cui si evidenzia, e che trovano diverse specializzazioni nell’Io acquisito di ogni ricercatore. Ogni essere umano, ogni scuola (…) ha sviluppato la propria identità e modalità di espressione acquisita, sensibile, ma le funzionalità autopoietiche innate degli Universi-parte, quali il genoma fisico e autocoscienziale, le meccaniche quantistiche e sub quantistiche, l’autopoietico (energetico) ci accomunano e determinano il

Tutto è atomicamente e coscienzialmente legato,

lo stato di

Entanglement Coscienziale Autopoietico (E.C.A.),

lo

 stato coscienziale Sigmasofia.

Coincidono con i principi attivi autopoietici fondamentali da cui nasce la possibilità di creare simultaneamente, in quanto siamo un unico corpo, che esprime, attraverso ogni Io acquisito, proprie peculiarità, specializzazioni, ma pur sempre

patrimonio inalienabile degli Universi-parte, noi stessi.

 

LA FORMAZIONE

La Sigmasophy University è una formazione a se stessi

personale, professionale, scientifica, filosofica, artistica, bioetica e d'avanguardia.

Si rivolge a liberi ricercatori, interessati alla conoscenza vissuta della

·         propria organizzazione Io-somatica, autopoietica e acquisita, conscia e inconscia, come base propedeutica fondamentale

·         propria organizzazione Io-quantistico-autopoietica, sovrasensibile e sensibile, locale e non locale, transfinita, come approfondimento.

Utilizza la maieutica (tecno-ontos-sophos-logia) autopoietica sigmasofica operativa che si svolge in modo dinamico e che coinvolge i piani Io-somatico ed autopoietico (in cui psichè è inglobata, contenuta nell’istanza Io acquisto), considerati e vissuti come un campo unico, inscindibile.

Si tratta di una formazione pratico-teorica alla conoscenza vissuta di sé,

dell’unità ecosistemica cosmica che siamo,

denominata

gli Universi-parte.

E’ un’innovativa pratica formativa per l’essere umano, nascente dal vissuto diretto, dall’esplorazione consapevole di vaste aree del campo morfo-atomico-coscienziale (o inconscio autopoietico), da cui è stato possibile far nascere ed elaborare le tecno-ontos-sophos-logie Io-somato autopoietiche, denominate

Autopoiesi olosgrafiche.

La strutturalità fondamentale della Sigmasofia è identificabile nel vissuto, al di fuori del linguaggio intellettuale, verbale, dei principi attivi autopoietici, archetipici, del campo morfo-atomico-coscienziale, da cui nascono tutte le manifestazioni, le espressioni Io-somato-autopoietiche, consce e inconsce, e lo stato coscienziale punto morte. Tale strutturalità è raggiungibile, praticando i seguenti settori di studio e ricerca pratico-teorici e di technè Maieutica Sigmasofica:

 

LE TECNO-ONTOS-SOPHOS-LOGIE SIGMASOFICHE o AUTOPOIESI OLOSGRAFICHE

I SETTORI FONDAMENTALI

1. Sigmasofia -Io-somatica.

L’elemento caratterizzante è il vissuto diretto dell’organizzazione Io-somatica acquisita complessiva del ricercatore in formazione e pone le basi fondamentali per il riconoscimento dei principi attivi autopoietici, da cui ogni stato coscienziale emerge. L’elemento centrale e fondamentale sarà riferito alla modalità di destrutturazione e di attraversamento vissuto degli archetipi alfa:

·         archetipo c.a (campo istintivo-emozionale e aggredior.)

·         archetipo B. (ostacolatori sensibili e sovrasensibili ),

·         archetipo autocoscienza acquisita

·         archetipo chronos (spazio-tempo)

·         archetipo acquisito funzione Ypsi (modalità di ricostruzione, di ricerca e di ricaduta delle prese di consapevolezza, nell’azione bioetica quotidiana).

Si tratta del vissuto diretto, a mediazione Io-somatica, realizzato al di fuori del linguaggio verbale, culturale, intellettuale, di ogni singolo stato coscienziale, di ogni singolo istinto-emozione, di ogni singolo ostacolatore (tutte le tipologie previste dal Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders -DSM-IV- e rielaborate nel M.O.D., Manuale degli Ostacolatori e delle Discrasie), conscio o inconscio, sensibile o sovrasensibile, locale e non locale. L’opera di destrutturazione sarà ampiamente contenuta all’interno della pratica di Autopoiesi olosgrafiche che avranno il compito di contenere gli inevitabili momenti distonici, discrasici, dovuti alla destrutturazione e di orientare il ricercatore verso il vissuto dei principi attivi autopoietici che formano gli archetipi alfa, acquisiti, di cui stiamo trattando.

 

2. Sigmasofia Autopoietica.

L’elemento caratterizzante la Sigmasofia autopoietica (o Arte marziale Interiore) consiste nella cura, con maggiore definizione, dell’accesso al sovrasensibile, alla non località, ossia al campo morfo-atomico-coscienziale, all’a-dimensionalità autopoietica in esso inclusa e alla sua esplorazione consapevole. Uno degli elementi centrali e fondamentali della prima fase sarà riferito alla modalità di ricostruzione, di ristrutturazione dell’autocoscienza acquisita, basate su una riconnessione vissuta, consapevole ed inequivocabile con i principi attivi autopoietici che la compongono, da cui nasce e si evidenzia. Non più ristrutturazioni e ricostruzioni che puntano all’adattamento sociale o alla morale vigente e accettata nell’epoca, ma processi vissuti di consapevolezza dell’autocoscienza che si autoriconosce e che, per ricaduta consapevole nell’azione sensibile, potranno determinare il modo bioetico autopoietico di vivere, di penetrare e di transmutare se stessi e il sociale.

 

3. Sigmasofia Ecologica.

E’ la proposta da vivere empatonicamente con la natura, con l'ecosistema cosmico (in Italia e all'estero), attraverso tutte le Autopoiesi olosgrafiche proposte,

a tutela e a salvaguardia dell'ambiente interiore ed esterno

e per applicare operativamente il

nuovo manifesto di ecologia Io-somato-autopoietica,

proposto dalla Sigmasofia.

 

4. Sigmasofia autorigeneratica.

Prevede specifici protocolli di Maieutica e di Docenza, finalizzati a porre in remissione discrasie Io-somato-autopoietiche caratterizzate, abilità diverse e tutte le tipologie presenti nel DSM IV e rielaborate nel M.O.D.). E’ condotta dai Maieuti e dai Docenti ufficialmente iscritti all’Ordine Professionale Sigmasofia, con la supervisione del fondatore del metodo o dei Docenti didatti.

 

5. Io-ontos-sophos-logia Sigmasofica.

In Sigmasofia, i termini autocoscienza ed Io sono sinonimi. Autocoscienza significa avere coscienza di sé, è sapere, essere presente, partecipare le azioni, le esperienze interiori ed esterne attuate. E’ l’Io che prende coscienza delle proprie componenti acquisite e autopoietiche, utilizzando i principi attivi, le facoltà, la funzione Ypsi che veicola. Sostanzialmente, l’autocoscienza acquisita (Io acquisito) è un campo di forza, presente in ogni singolo ingrediente facente parte del campo morfo-atomico-coscienziale e della sua manifestazione nel sensibile: il campo istintivo-emozionale e aggredior. L’Io acquisito, in questa accezione, è il campo-principi attivi autopoietici che include ogni esperienza. E’ l’insieme delle funzionalità Io-somato-autopoietiche, locali e non locali. Il termine ontos deriva dal greco e significa essere. Sofia deriva dal greco sophia, che significa sapienza, saggezza, e da sophos, saggio. Logia deriva da logos, che significa discorso su, scienza. E’ quindi l’essere, la saggezza e la scienza dell’Io autopoietico-acquisito, secondo l’accezione sigmasofica. In Sigmasofia, le funzioni autopoietiche che i termini sofia, logos e kraino (io creo) indicano, fanno parte dell’Io autopoietico-acquisito. Il termine Io-ontos-sophos-logia è stato scelto per indicare uno degli strumenti operativi della Sigmasofia e, in questo senso, è l’ampliamento, l’estensione e la transmutazione del termine psicologia (il termine psiché, è stato inglobato nel termine Io-autocoscienza). Sinteticamente, la ontos-sophos-logia è la scienza della saggezza e dell’essere, rappresentata dagli archetipi Ypsilon, Psi, Lambda e Sigma, attraverso cui sintetizziamo i principi attivi autopoietici non locali, finora vissuti: abbinandola al termine Io (Io-ontos-sophos-logia), diventa un processo di passaggio, di attraversamento che s’incontra durante la formazione.

 

6. Sigmasofia didattica, supervisione e bioetica

E’ un ciclo che, di base, richiede al ricercatore in formazione la definizione particolareggiata del controllo totale delle proprie proiezioni-traslazioni Io-somato-autopoietiche, delle metodiche per l’integrazione nel quotidiano di quanto vissuto, con la conseguente assunzione di responsabilità dall’autodeterminazione-realizzazione autopoietica della propria specifica ed inequivocabile azione bioetica di vita, legata all’avvenuto riconoscimento della propria

linea del destino autopoietica.

Prevede l’apprendimento vissuto delle technè didattiche pedagogiche e psicagogiche necessarie a far ricadere, consapevolmente e con continuità,

nell’azione bioetica quotidiana,

la Sigmasofia Io-somatica e la Sigmasofia autopoietica, la pratica di specifiche Autopoiesi olosgrafiche finalizzate alla conduzione di se stessi, dell’Io acquisito, nell’accezione più ampia, nonché il vissuto dell’autonomia fusionale autopoietica e l’elaborazione e la transmutazione della dinamica transferale e controtransferale Maieuta e ricercatore in formazione,

Nel caso emergano processi non elaborati, da parte del Maieuta, si procede ad adeguati approfondimenti, concordati insieme al Docente didatta. Eventuali situazioni ancora irrisolte vengono approfondite in appositi incontri individuali.

 

LE TECNO-ONTOS-SOPHOS-LOGIE SIGMASOFICHE

LE AUTOPOIESI OLOSGRAFICHE FONDAMENTALI

1.     Autopoiesi Io-somatiche.

Sono particolari proposte operative, realizzate attraverso la relazione a mediazione Io-somato-autopoietica, vissuta rigorosamente al di fuori del linguaggio verbale strutturato, culturale e possono permettere di scoprire, vivere, comprendere, transmutare il proprio stato di autoconsapevolezza dell'Io-somatico, del proprio essere acquisito complessivo, quando è in presenza di sintomi, identificazioni, distrazioni, patologie, problemi (…) o di benessere, disidentificazioni, attenzioni, salute, fluidità Io-somatica (…). Permettono l'espressione di tutti i vissuti relazionali, di tutti gli stati coscienziali, di tutti i contenuti istintivo-emozionali, consci e inconsci, come dei più repressi, ostacolanti, distonici, depressi, psicotici, schizoidi (discraiotici) e colpevolizzati (…), nessuno escluso (tutte le tipologie previste dal DSM –IV- e rielaborate nei M.O.D.)), nonché dei più Io-somaticamente liberi, euforici, riflessivi, intuitivi, sincronici, ispirati (…), nessuno escluso (tutte le tipologie del benessere Io-somatico o facilitatori sigmasofici), perché possano essere vissuti, osservati profondamente, conosciuti, Risaliti e transmutati. Dall'attraversamento vissuto di ciò che chiamo archetipi alfa: l'archetipo acq uisito barriera sensibile e sovrasensibile, l’archetipo spazio-tempo e l’archetipo campo istintivo-emozionale e aggredior, è possibile raggiungere uno stato di accettazione e di fusionalità autopoietica con noi stessi, gli Universi-parte e costruire l'archetipo acquisito funzione Ypsi, per iniziare il processo di Concentrazione-transmutazione autopoietica (la Risalita), che può condurci allo stato coscienziale Sigmasofia.

 

2.     Concentrazioni-transmutazioni autopoietiche.

Sono una nuova e particolare forma di Concentrazione-transmutazione che ha, come oggetto, l'autocoscienza acquisita e autopoietica dell'essere umano, i contenuti specifici degli archetipi alfa, gli aspetti della natura, le forme frattali, lo stato di fusione e i principi attivi autopoietici (...), risvegliati attraverso le Autopoiesi olografiche e, in generale, attraverso la pratica di tutte le altre Autopoiesi olosgrafiche proposte. Soprattutto, come oggetto, hanno la cellula e l'atomo (meccaniche quantistiche e sub-quantistiche) e, successivamente, gli archetipi autopoietici raggiunti. Possono innescare una tendenza alla Concentrazione-transmutazione autopoietica continua o coscienza continua e alla trasformazione di qualunque tema sensibile o sovrasensibile, dopo che è stato vissuto e integrato. Permettono di entrare, senza opposizioni e consapevolmente, nel fluire delle espansioni e delle contrazioni dell'ecosistema cosmico, gli Universi-parte: noi stessi. Permettono, unitamente alle Autopoiesi olosgrafiche e alle Autopoiesi Io-somatiche, di costruire il proprio archetipo acquisito funzione Ypsi, ossia la proprietà emergente dell'Io acquisito che, in Sigmasofia, si utilizza durante la pratica della Concentrazione-transmutazione autopoietica (la Risalita al campo morfo-atomico-coscienziale, a se stessi). Le concentrazioni-transmutazioni si praticano immersi nello stato di autonomia fusionale autopoietica (meditazione olosgrafica dinamica).

 

3.     Autopoiesi olosgrafiche

Sono le proposte per una nuova meditazione olosgrafica dinamica. Sono posture e movimenti, interiori ed esterni, che descrivono la morfologia di geometrie e frattali quantistici, sub-quantistici e autopoietici, tendenze di aggregazione peculiari, percepibili nei principi attivi e negli archetipi autopoietici, che muovono alla radice dell'autocoscienza e del sensibile. Descrivono le forme del

Progetto Genoma Autocoscienziale,

finora raggiunte e registrate. Permettono il vissuto di stati di coscienza, autopoieticamente differenti da quelli che normalmente viviamo. Propongono, inoltre, un metodo tecnico per vivere direttamente l'inconscio autopoietico e i principi attivi autopoietici che lì operano, per esplorarlo consapevolmente e per ricollegare tali realtà con l'azione quotidiana: una delle molteplici espressioni dello stato coscienziale Sigmasofia.

 

4.     Autopoiesi olosgrafiche marziali

Le Autopoiesi olografiche marziali hanno, come base, i significati-significanti delle Autopoiesi olosgrafiche, appena descritte. Si caratterizzano per il fatto che curano con maggiore definizione la realizzazione pratica dei movimenti percepiti nel sovrasensibile, negli stati di non località e vengono agite in uno stato coscienziale e di consapevolezza che ha già attraversato, in gran parte, l'Io-somatico problematico, discrasico, patologico e gli archetipi alfa, elementi che spesso fungevano da ostacolatori, da forma resistente alla pratica della Concentrazione-transmutazione autopoietica. Le Autopoiesi olografiche marziali devono essere quindi realizzate, quando la situazione Io-somatica personale e gli archetipi alfa, acquisiti, sono stati in gran parte esplorati consapevolmente e il ricercatore ha ridotto sensibilmente la proiezione su altri di responsabilità riguardanti la propria organizzazione interiore che solo a lui possono appartenere. Le Autopoiesi olosgrafiche marziali, rappresentano fedelmente le forme del Progetto Genoma Coscienziale, finora riconosciute e classificate. Sono la base dell'alfabeto, della grammatica, della sintassi autopoietica e sovrasensibile, costituente gli archetipi autopoietici Ypsilon, Psi, Lambda e Sigma che alimentano l'atomo, la cellula e l'autocoscienza acquisita, determinandone il funzionamento.

 

5.     Autopoiesi olosgrafica non localistica

E' una specifica Autopoiesi olografica marziale che permette all'autocoscienza di esplorare, ossia di spostarsi consapevolmente nel mondo della non località transfinita, degli archetipi autopoietici, nel campo morfo-atomico-coscienziale (o inconscio autopoietico) che irradia nella cellula, negli atomi. E' Autopoiesi non locale, un'esplorazione consapevole dell'inconscio autopoietico che può permettere di iniziare a vivere consapevolmente i principi attivi che sottendono al funzionamento della vita e dello stato coscienziale punto morte e di iniziare a porre in remissione definitiva le paure e le proiezioni che da esso nascono.

 

6.     Danza autopoietica

E’ il nome di un’Autopoiesi olosgrafica dinamica. E' la sintesi e l'unione vissuta di più Autopoiesi olosgrafiche marziali e non locali. Risveglia consapevolmente molti potenziali latenti Io-somato-autopoietici. Tale unione forma una particolare danza-gioco-combattimento-autopoiesi che può condurre a prestazioni dell'Io-soma extra-ordinarie, ad azioni bioetiche autopoietiche, a particolari autorigenerazioni-guarigioni, al superamento di situazioni esistenziali considerate molto complesse, difficili, estreme. E' la danza autopoietica che può condurre alla presa di consapevolezza da parte dell’Io di nuove forme di relazione con se stesso: gli Universi-parte. Sinteticamente, la danza autopoietica è l’espressione simbolico-sensibile dello stato coscienziale archetipico, autopoietico, Sigmasofia.

 

7.     Autopoiesi della vita e dello stato coscienziale punto morte.

Sono Autopoiesi molto particolari e dure che puntano a rendere flessibili e a potenziare la muscolatura Io-somato-autopoietica. Forgiano l'Io acquisito ad altissime temperature attraverso la Sigma-Gym e il Pancrazio autopoietico

 

·         SigmaGym:

permette di ritrovare la plasticità e il tono dei muscoli che le esperienze di vita Io-somato-autopoietiche hanno contribuito a contrarre, ad accorciare, ad atrofizzare. Si pratica con dei movimenti danzati, Io-somatici, estrapolati dalle morfologie del Progetto Genoma Coscienziale che rispettano la fisiologia autopoietica e la chinesiologia muscolare, e che risvegliano funzionalità identificate, cristallizzate e atrofizzate dell’Io-soma liberandole.

 

·         Pancrazio autopoietico:

Pan = tutto e kràtos = potere, forza, significa intera forza dell’Io-soma-autopoiesi. Preparano al superamento di situazioni di vita ritenute difficili, estreme e a ricevere potenze autopoietiche e sovrasensibili che, altrimenti, non sarebbero sopportabili e integrabili dalla struttura Io-somatica in cui ci riconosciamo. Preparano allo stato coscienziale Sigmasofia e a sviluppare le potenzialità dell'autorigenerazione-guarigione autopoietica, utili al sistema di difesa immunitario e a mettere in remissione spontanea ogni stato coscienziale e discrasia/distrazione.

 

A tale strutturalità si integrano alcuni, essenziali, principi attivi estrapolati da:

·         psicoterapia a mediazione verbale (Junghiana, Reichiana, Umanistica), componente la technè operativa di Sigmasofia, denominata Momento Analitico Sigmasofico e Costruzione della Propria Teoria, conseguente al vissuto.

·         Psicoterapia a mediazione Io-somatica (Bioenergetica, Analisi Corporea della Relazione), componente le technè operative di Sigmasofia, denominate Autopoiesi Io-somatica e Sigmasofia Ecologica.

·         Psicologia e psicoterapia esoterica (Via del Pensiero Vivente, Via dell’Unione degli Opposti), componenti le technè operative di Sigmasofia, denominate Concentrazione-transmutazione autopoietica, Autopoiesi olosgrafica, Facoltà autopoietiche;

·         Fisica - meccanica quantistica-, componente tutte le technè operative di Sigmasofia, denominate Autopoiesi olografiche, nonché la Io-ontos-sophos-logia quantistico-autopoietica.

·         Biologia quantistica e medicina naturale, componenti la technè operativa di Sigmasofia, denominata Autorigenerazione-guarigione autopoietica.

·         Ecologia (Ecologia profonda, Ipotesi Gaia …), componenti la technè operativa di Sigmasofia, denominata Ecologia Coscienziale Autopoietica.

·         Arti marziali (Guerrieri-sacerdoti…), componenti la technè operativa di Sigmasofia, denominata Autopoiesi olosgrafica Marziale, Danza autopoietica, Autopoiesi della vita e dello stato coscienziale punto morte.

·         Filosofia (Tradizione orale Occidentale e Orientale), componente alcuni elementi di riferimento utilizzati durante le tecnologie operative di Sigmasofia, denominate Costruzione della Propria Teoria, Tavola autopoietica e Docenza di Sigmasofia.

 

La strutturalità fondamentale innovativa della Sigmasofia, tutti i principi attivi acquisiti e autopoietici integrati, unitamente alle altre avanguardie scientifiche, sono sintetizzabili nello stato coscienziale Io-somato-autopoietico, archetipico, raggiungibile attraverso la formazione in Sigmasofia, denominato

stato coscienziale Sigmasofia

che può essere descritto nel seguente modo:

è la consapevolezza vissuta dell’integrazione dei principi attivi autopoietici, emergenti dalla formazione sigmasofica a se stessi, gli Universi-parte, con quanto del campo morfo-atomico-coscienziale, sovrasensibile, non locale, transfinito (da cui nascono le facoltà di autorigenerazione-guarigione, di autodeterminazione-realizzazione-organizzazione, di omeostasi, di non località autocoscienziale, formanti gli Universi-parte stessi) l'Io acquisito ha saputo raggiungere, per utilizzarla nell’azione bioetica autopoietica quotidiana.

 

Il Fondatore

della Sigmasophy University

Nello Mangiameli