SIGMASOPHY

BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DELLA SIGMASOFIA

 

N. 2

PEDAGOGICO-PSICAGOGICO

a.    S.I.S.P.

Scuola Internazionale di Sigmasofia pedagogica-psicagogica (sperimentale)

 

a.    Scuola di Sigmasofia pedagogica-psicagogica

Forma alla progressiva presa di coscienza, attraverso il vissuto diretto, integrale, di tutte le facoltà Io-somato-autopoietiche sensibili e sovrasensibili, consce e inconsce, locali e non locali, di cui

  • il Maieuta,
  • il bambino,
  • l’essere umano,
  • (…)

dispongono fin dal concepimento e di cui molti non sono consapevoli.

L'essere umano è, infatti, costituito dall’insieme Io-somato-autopoietico includente tutto l’Universi, al quale è indelebilmente atomicamente e coscienzialmente legato.

Il Maieuta, uscito dalla scuola di Sigmasofia pedagogica, forgiato dai vissuti integrali, Io-somato-autopoietici interiori ed esterni, può così insegnare all’Io-psyché a praticare la vita, veicolando stati di auto-consapevolezza vissuta direttamente.

L’orientamento pedagogico-psicagogico non prescrive delle ricette, delle tecniche sterili, direttive, rigide da applicare. Ciò che veramente conta è il vissuto diretto al di fuori del linguaggio verbale, intellettuale dell’organizzazione complessiva Io-somato-autopoietica da insegnare all’Io-psyché (adulto o bambino), in modo che questi possa iniziare a vivere, integralmente, ciò che deve auto-realizzare, in ogni specifico momento della propria esistenza. In questo processo è di grande importanza la formazione professionale e artistica del Maieuta-Docente: soltanto chi ha già vissuto integralmente quanto si predispone ad insegnare potrà veicolare efficacia nei vissuti empatici maieutici pedagogici psicagogici che vivrà sempre empaticamente con i bambini che gli saranno affidati.

Il Maieuta-Docente vivrà fusionalmente con i bambini lo stato coscienziale Io-somato-autopoietico che, attraverso le tecno-ontos-sophos-logie di maieutica Io-somatica spontaneamente nasceranno vivendolo e integrandole come auto-consapevolezza raggiunta e funzionale alla ricaduta nell’azione quotidiana.

Tutto il processo pedagogico si struttura, come qualche cosa di unitario e organico: dalla nascita ai primi cinque anni

 

Scopi e percorsi

Nell’orientamento pedagogico-psicagogico, il percorso degli studi pratico-teorici ha lo scopo di favorire il vissuto diretto di tutte le facoltà Io-somato-autopoietiche innate disponibili all’essere umano, di forgiarle, di svilupparle e di metterle a disposizione dell’acquisizione di tempi, spazi e conoscenze. Il futuro Maieuta in Sigmasofia Io-somatica pedagogica sarà tra l'altro chiamato a sviluppare:

·         la capacità di studiare e partecipare-osservare, attraverso i vissuti pratico-teorici di base della Sigmasofia, la costituzione e lo sviluppo dell'essere umano e dell’eco-società autopoietici e le relative conseguenze sul piano dell'insegnamento;

·         l'acquisizione di facoltà olistiche inerenti, la creazione, la creatività, la fantasia …) applicabili ad attività scientifiche, artistiche (e altre).

I principi attivi fondamentali dell’Io-psychè, scoperti attraverso

·         la presa di consapevolezza vissuta delle variazioni-contrasto dalle funzionalità innate,

·         la presa di consapevolezza degli opposti-complementari nascenti dal concepimento-punto nascita in poi,

Lo studio di questi principi attivi fondamentali acquisiti è la base della scuola di pedagogia autopoietica che insegna la innovativa tecno-ontos-sophos-logia di pedagogia e psicagogia vissuta, spontanea, istintivo-emozionale. La scuola forma l’Io-psyché in formazione del bambino ad esprimersi, ad agire a comprendere e ad apprendere. Da questi principi attivi fondamentali il bambino svilupperà la propria identità acquisita (personalità, intelligenza, individuazione, funzione Ypsi ecc.). Le variazioni-contrasto, nell’acquisito evidenziano gli opposti-complementari, cioè nette differenze di sensazioni tra due cosiddetti estremi: caldo e freddo; grande e piccolo, veloce e lento gioia e tristezza; amore e odio. L’Io-psyché in formazione è accompagnato attraverso la psicagogia alla scoperta vissuta di tali processi evidenziando la loro scaturigine autopoietica che sarà sempre riconosciuta come padre-madre di ogni variazione–contrasto, di ogni opposto complementare. Tale consapevolezza creerà la profilassi autopoietica alla nascita di problematiche psicomotorie, Io-somato-autopoietiche, di integrazione relazionale, socio-culturale. La scuola formerà alla conoscenza vissuta di come tali variazioni-contrasto, tali opposti-complementari possono associarsi tra di loro formando così strutture maggiormente complesse, ritmi, sfumature che creeranno le basi per riconoscere, per discernere e distinguere le diverse manifestazioni della conoscenza scientifica e filosofico-coscienziale che vivranno successivamente.

E’ importante dire che tale pedagogia-psicagogia avrà in ogni momento un comune denominatore la nascita della funzione Ypsi (avanguardia della propria auto-consapevolezza) da cui si costruirà ogni scienza, ogni filosofia ogni specializzazione di vita.